lunedì 24 maggio 2010

STONE TEMPLE PILOTS - [ST]


Fanatico come sono stato del periodo Grunge (in termini non solo di sviluppo musicale), non potevo farmi mancare l’ascolto del nuovo disco degli Stone Temple Pilots che tornano dopo dieci lunghi anni dal precedente e poco valevole disco Shangri Laa Dee Da. Lo scetticismo in questi casi è d’obbligo cosi come lo è stato alla fine di settembre per il ritorno degli Alice in Chains, scetticismo che poi per fortuna è andato in parte a farsi fottere (così come direbbe d’Alema ad un giornalista antipatico e quanto mai rompipalle) dato che il disco scorre su temi tutt’altro che ripetitivi, in linea invece con una equilibrata qualità dimostrata in passato dagli stessi. D’altro canto “l’argent il fait la guerre” dicono i francesi e “Business is Business” dicono gli americani per cui se tanto mi da tanto ovvia era l’attesa per una delle grandi band del periodo grunge come gli Stone Temple Pilots. Il disco in sintesi che vedrà il rilascio al 25 maggio non mi pare da un ascolto veloce disco di grande magia, ma nella mediocrità di band che continuano a vender vagonate di dischi forse tutto sommato rimane accettabile. Il problema vero è che purtroppo qualcuno dovrà pur dirglielo che il Grunge è imploso con la morte di Cobain e i presupposti per continuare si sono estinti, quelli generazionali, men che meno da tale cataclisma sono scampati quelli musicali ad esso collegati. E poi anche il titolo abbastanza scontato - Stone Temple Pilots - la dice lunga sul vero obiettivo di questa operazione. Ma in mezzo a tutta la bagarre di LadyGaghe e NickelBack che girano per il mondo, c’è posto anche per loro. Buon ascolto.
Giamp

(sul sito http://www.billboard.com/ l'intero album in streaming)

7 commenti:

Lucien ha detto...

Purtroppo i tempi e la magia di PURPLE (amato come pochi altri dischi del decennio '90) sono passati.

Maurizio Pratelli ha detto...

è così, la magia non dura per sempre

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

non al livello dei primi due dei '90s, però mi sembra uno dei migliori dischi rocknroll usciti negli ultimi tempi. sarà anche che non sono usciti molti grandi dischi rock quest'anno..
e alcune canzoni poi sono davvero ottime

Resto In Ascolto ha detto...

anche a me non è dispiaciuto. e personalmente lo trovo un gradino sopra il ritorno degli alice in chains.

Euterpe ha detto...

Caspita Gianni stavolta siamo un po' in disaccordo.Il primo ascolto mi ha piuttosto deluso e preferisco di gra lunga gli Alice, però devo riascoltarlo ancora un paio di volte

Resto In Ascolto ha detto...

eh! capita zio. poi con la musica succede continuamente... cari saluti.

Giamp ha detto...

Quoto Zio .

@ Cannibal Non sarà, è...troppi dischi di matrice diversificata ci confondono.

@ Lucien, Maurizio.
Di magico ci sono i momenti in cui il disco per un qualche motivo ti si avvinghia , chessò una serata con una bella persona, la nascita di un figlio e cose del genere.

@ Gianni Alice più coinvolgente, anche il video mi sembra un gradino sopra.

grazie dei vostri contributi
Giamp